Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

lo sviluppo del cucciolo

Inserito in Allevamento

amalia

(foto di NIco Roselli)

IL CUCCIOLO - STADI DI SVILUPPO E DI CRESCITA

In linea di larga massima si possono definire dei periodi di sviluppo psichico e sociale nel gatto; tuttavia ogni schematizzazione ha i suoi limiti e ogni soggetto può variare in funzione dell’ambiente con il quale interagisce, del carattere e delle predisposizioni individuali ed infine degli stimoli ricevuti da chi lo circonda.

Gestazione e periodo prenatale

Le condizioni di vita della madre durante la gestazione possono influire sulla futura sensibilità allo stress del cucciolo. Nel periodo finale della gestazione, poco prima della nascita, i cuccioli sono sensibili allo stress della madre, è quindi necessario lasciare la madre in ambiente calmo e privo di sollecitazioni anomali o tensioni.

Periodo neonatale: da 0 a 9 giorni

Va dalla nascita all’apertura degli occhi (intorno ai 9-10 giorni). Il gattino nasce quasi del tutto sordo e cieco, la madre ha dunque un ruolo essenziale poiché procura al cucciolo protezione, calore, cibo e, leccando la zona anale, aiuto all’evacuazione.

Periodo di familiarizzazione: da 9 giorni a 9 settimane

Durante questo periodo il cucciolo familiarizza con i suoi fratelli, con sua madre, con umani ed altre specie e con l’ambiente, è molto importante dunque che in tale fase il cucciolo sia in contatto con il maggior numero di stimoli (rumori, animali, oggetti). Proprio in tale fase della vita si gioca la futura adattabilità del cucciolo.

Giocando con la madre e con i fratelli impara a controllarsi (ad esempio a non mordere forte o graffiare) e ad adattare il suo comportamento al contesto. Educarlo in questa fase favorirà, ad esempio, l’apprendimento all’inibizione al morso, molto utile nella vita con l’uomo.

Periodo giovanile: da 9 settimane a 4 - 6 mesi

Il cucciolo memorizza e struttura le sue acquisizioni, inizia i primi comportamenti sessuali tra i 4/5 mesi e i 18 mesi, ha ancora bisogno del rapporto affettivo con la propria famiglia felina ma lavora per l’emancipazione.

Pubertà: da 4 - 6 mesi a 18 mesi

Nel maschio le spine cornee situate sul pene si sviluppano intorno ai 6/7 mesi e determinano il momento della pubertà. L’odore delle urine cambia con la produzione di felinina, un aminoacido legato alla marcatura del territorio.

La femmina comincia ad avere un comportamento sessuale dai 6 mesi mentre non appaiono evidenti cambiamenti d’odore delle urine, benché sia presente anche nelle urine delle femmine una piccola quantità di felinina.

Dalla pubertà inizia la fase del distacco dalla madre, il distacco sociale e affettivo non è in alcun modo legato allo svezzamento alimentare.

L’affidamento di un cucciolo ad una nuova famiglia deve tenere conto di questo fatto, forzare un cucciolo ad un distacco precoce non è positivo per un armonioso sviluppo della sua personalità.

Età adulta da 18 a 24 mesi

Il gatto raggiunge intorno ai 18 mesi l’età adulta, in questo periodo ridefinisce i suoi legami sociali in funzione delle esperienze che avrà vissuto nei precedenti periodi. Lo sviluppo corporeo prosegue, nel gatto birmano, fino ai 48 mesi nelle femmine e fino ai tre anni nei maschi parallelamente all’affinamento del carattere.